Irrigazione della Stomia: la guida visuale

 

Un percorso di immagini e indicazioni su come effettuare una irrigazione della stomia in completa autonomia.

 

L’intervento di realizzazione della stomia crea una diversa situazione funzionale in cui non è più possibile controllare volontariamente l’emissione delle feci. Questo problema può essere affrontato adottando la pratica riabilitativa dell’irrigazione intestinale, che consiste nell’introduzione di acqua nell’intestino attraverso la stomia, per ottenere l’espulsione completa delle feci presenti nell’intestino e un periodo di 36-48 ore di assenza di evacuazioni incontrollate.

La guida visuale fornisce indicazioni per effettuare una corretta irrigazione della stomia. Per qualsiasi dubbio o problema ti invitiamo a contattare il tuo stomaterapista che fornirà tutte le informazioni e suggerimenti del caso.

 

Kit di irrigazione

  • Dispositivo di raccolta delle feci (monopezzo o a due pezzi)
  • Set per l’irrigazione che consiste in:
    • Una sacca graduata, chiamata irrigatore, con tubo deflussore con morsetto di chiusura o dispositivo di regolazione di velocità del flusso d’acqua
    • Cono anatomico da inserire nello stoma per far defluire l’acqua nell’intestino, dotato di cannula da inserire nel tubo deflussore
    • Eventuale flangia con foro, liscia da una parte e con bordo rilevato attorno al foro dall’altra, e cintura regolabile
    • Sacche di scarico con placca adesiva e aperte sia all’estremità superiore, per l’accesso alla stomia durante l’inserimento di acqua, sia inferiore per far defluire direttamente nel water le feci espulse durante l’irrigazione
    • Due mollette per chiudere l’estremità superiore della sacca di scarico durante l’espulsione delle feci.
  • Acqua tiepida potabile per l’igiene della stomia
  • Asciugamano
  • Circa 2 litri di acqua potabile a 35-36°C
  • Sapone neutro (pH 5-6) o detergente privo di oli o creme
  • Panno carta o simili
  • Forbici con punte arrotondate
  • Misuratore di stomia
  • Gel lubrificante
  • Pasta barriera (se indicata dallo stomaterapista)
  • Guanti monouso
  • Sacchetto per l’eliminazione dei rifiuti

 

Prima di iniziare, disporre il kit di igiene su un tavolo o una superficie vicini e lavarsi le mani.

 

1. Chiudi il morsetto del tubo di drenaggio dell’irrigatore. Riempi la sacca dell’irrigazione con 2 litri circa di acqua potabile a una temperatura di 35°C-36°C.

 

2. Appendi la sacca dell’irrigatore al sostegno, vicino al water, a un’altezza di circa due spanne (40cm) sopra le spalle per permettere all’acqua di scorrere durante l’immissione nello stoma.

 

3. Metti il cono al deflussore dell’irrigatore e lascia scorrere acqua sufficiente a riempire tutto il tubo ed eliminare eventuali bolle d’aria che impedirebbero all’acqua di scorrere nell’intestino.

 

4. Siediti sul water, o una sedia vicina, per inserire l’estremità inferiore della sacca direttamente nel water e favorire l’esecuzione della tecnica.

 

5. Copri addome e gambe con un asciugamano per evitare di bagnarti, sporcarti o prendere freddo.

 

6. Stacca il dispositivo dall’alto verso il basso, tendendo la pelle e umidificandola con il panno bagnato per favorire il distacco della placca.

 

7. Rimuovi delicatamente con il panno carta eventuali residui di feci dallo stoma.

 

8. Prendi la sacca di scarico, togli la pellicola trasparente sulla parte adesiva e accosta il bordo inferiore del foro della sacca al margine inferiore dello stoma. Introduci nel water la parte finale della sacca di scarico. Se il kit di irrigazione è munito di flangia e cintura: metti la flangia su un piano di appoggio e fai aderire la parte adesiva della sacca di scarico sulla flangia dalla parte con il foro rilevato. Tenendo la flangia con la mano, aggancia la cintura a un lato della flangia e passala attorno alla vita, per agganciarla all’altro lato. Adatta la cintura alla circonferenza della vita per sistemare il foro della flangia attorno allo stoma.

 

9. Indossa un guanto, applica sul dito indice della mano con il guanto un po’ di gel lubrificante e introduci il dito lubrificato nello stoma, per capire la direzione dell’intestino.

 

10. Togli il guanto e gettalo nel sacchetto dei rifiuti. Prendi il cono dell’irrigatore, lubrificalo con il gel e introducilo all’interno della sacca di scarico. Apri il morsetto che chiude il tubo deflussore.

 

11. Con movimenti delicati, inserisci ed estrai il cono nello stoma per 5-6 volte, per rimuovere residui di feci dure che potrebbero ostacolare il deflusso dell’acqua nell’intestino.

 

12. Introduci il cono nel lume dello stoma nella direzione stabilita prima con il dito e lascia defluire fino a 1 litro di acqua per 3-5 minuti, per eliminare le feci presenti senza distendere l’intestino.

 

13. Una volta defluita l’acqua consigliata, chiudi il morsetto del tubo deflussore e, dopo 10-15 secondi, estrai il cono dallo stoma e dalla sacca. Ripiega e chiudi con due mollette la parte superiore della sacca, per non sporcarsi con le feci o disperderle nell’ambiente durante l’espulsione.

 

14. Attendi seduto 20-25 minuti la completa espulsione delle feci, che puoi facilitare effettuando un lieve massaggio addominale con movimenti circolari da destra verso sinistra.

 

15. Dopo altri 5-10 minuti l’eliminazione delle feci è conclusa. Rimuovi le mollette dalla parte superiore della sacca di scarico, introduci il cono dell’irrigazione e apri il morsetto. Con l’acqua rimasta nell’irrigatore, lava la mucosa stomale e la sacca di scarico, per far cadere le feci presenti sullo stoma e nella sacca direttamente nel water e non sporcarsi durante il distacco della sacca di scarico dalla cute.

 

16. Stacca la sacca di scarico dall’alto verso il basso, tendendo la pelle e umidificandola con il panno bagnato per favorire il distacco, e gettala nei rifiuti. Se il kit è munito di flangia e cintura, prima di staccare la sacca sgancia la cintura prima da un lato della flangia e poi dall’altro lato.

 

17. Con acqua e sapone, lava la pelle intorno allo stoma con movimenti circolari dall’esterno verso l’interno, per non trasportare residui di feci che potrebbero creare arrossamenti e irritazioni.

 

18. Risciacqua e asciuga, senza strofinare, la pelle intorno allo stoma per fare aderire bene la placca.

 

19. Scegli sul misuratore la dimensione che corrisponde allo stoma e ritaglia il foro sulla placca.

 

20. Ritaglia con le forbici il foro uguale o di 2 millimetri più grande dello stoma, per garantire protezione della pelle intorno allo stoma e una perfetta adesione alla parete addominale.

 

21. Rimuovi la pellicola che protegge l’adesivo della placca. Se la placca ha una parte di cerotto poroso, aspetta a rimuovere la pellicola per non formare pieghe durante l’applicazione.

 

22. (se è stato consigliato dal tuo stomaterapista) Applica uno strato di pasta barriera intorno allo stoma o sul foro della placca e lascia asciugare per 30 secondi, modellandola poi con le dita. La pasta impedisce alle feci di infilarsi sotto la placca causandone il distacco.

 

23. Accosta la parte inferiore della placca al margine inferiore dello stoma e fai aderire la placca alla cute con un movimento dal basso verso l’alto. Se la placca del dispositivo che usi ha un adesivo microporoso, rimuovi la carta che lo protegge e completa l’applicazione sfregando con le dita.

 

24. Assicurati che la placca aderisca alla pelle e che non abbia pieghe che possano causarne il distacco.

 

25. Se usi un dispositivo di raccolta a due pezzi, aggancia la sacca alla placca e accertati che il dispositivo aderisca correttamente sia ad essa che alla parete addominale.

 

26. Togli l’asciugamano che proteggeva addome e gambe e rivestiti.

 

27. Risciacqua la sacca dell’irrigatore e lasciala asciugare. Anche il cono e la cannula vanno lavati, con una soluzione detergente, risciacquati e asciugati.

 

28. Elimina tutti i rifiuti e lavati bene le mani. Il dispositivo di raccolta già usato e il materiale per la pulizia si possono smaltire come rifiuti indifferenziati secondo le modalità definite nel territorio di residenza.

 

Prev Igiene della Stomia: la guida visuale