Stomia: come mi vesto?

 

Grazie a nuovi dispositivi di raccolta delle feci, più piccoli e discreti, chi ha la stomia non deve rinunciare alla moda è può vestirsi con stile e immagine desiderati.

 

L’intervento di realizzazione di una stomia porta grandi cambiamenti nella percezione del corpo e dell’immagine di sé. La convivenza con il nuovo organo richiede un adattamento delle proprie abitudini alimentari, dello stile di vita e … dell’abbigliamento.

In linea generale, avere una stomia non richiede grosse limitazioni nell’abbigliamento e il guardaroba non dev’essere affatto stravolto. Oggi il concetto di moda è molto elastico, per cui è possibile vestirsi secondo le proprie esigenze e abitudini pur tenendo conto della nuova situazione.

Grazie ai nuovi dispositivi di raccolta che hanno dimensioni ridotte e un profilo piatto e adattabile, è possibile indossare qualsiasi tipo di abito, perfino il costume da bagno.

Non tutti i modelli chiaramente possono essere compatibili col “nuovo corpo”, ma attraverso i mille stili che la moda propone e apportando qualche piccola modifica qua e là, si può ottenere un abbigliamento alla moda e comodo da indossare.

Come ci si deve vestire quando si ha la stomia?

 

·       Meglio indossare abiti comodi, che nascondono la sacca anche quando è piena; le donne possono utilizzare, ad esempio, maglie larghe e i vestitini stile “impero” che, essendo tagliati appena sotto il seno, scendono morbidi lungo i fianchi; gli uomini possono optare per giacche, camice o maglie come le classiche polo, che cadono morbide sul busto.

·       Scegliere abiti e biancheria intima in tessuti naturali come il cotone, il lino e la lana per evitare eventuali irritazioni della pelle che, se localizzate nella zona adiacente la stomia, possono compromettere l’adesività della placca del dispositivo alla cute e causare distacchi precoci della sacca di raccolta delle feci. 

·       È da evitare l’uso di cinture ed elastici in vita che potrebbero comprimere o provocare sfregamenti nell’area dello stoma, ostacolare l’espulsione delle feci, causare traumi e sanguinamenti; l’uomo, ad esempio, può ricorrere all’uso delle bretelle che sono a volte più comode di una cintura.

·       Le donne avvezze ad indossare corsetti rigidi, devono chiedere informazioni in merito allo stomaterapista che può fornire indicazioni su come e se modificare questo tipo di abbigliamento.

·       Se si vuole indossare un abito un po’ più aderente, è possibile posizionare il sacchetto di raccolta orizzontalmente anziché verticalmente; chi utilizza però un tipo di dispositivo di raccolta a fondo aperto sarà leggermente più scomodo ad effettuare lo svuotamento delle feci nel WC. 

 

 

 



Prev Vivere l’estate con stomia e serenità
Next Stomia e tempo libero