Stomia e tempo libero

 

Una stomia porta con sé molte paure e dubbi, anche sulla possibilità di ritornare alla vita di tutti i giorni, fatta di abitudini, curiosità e sogni. 

 

Nei primi periodi successivi all’intervento, la presenza della stomia richiede un periodo di tranquillità e adattamento alla nuova condizione. Una volta che si è raggiunta una certa dimestichezza con la gestione della stomia, adottando piccoli accorgimenti, si può tornare a svolgere, in piena serenità, le normali attività quotidiane come guidare l'auto, andare in vacanza e praticare sport.

 

Fuori casa e in viaggio

Posso viaggiare con la stomia?

Certamente! La stomia non preclude la possibilità di viaggiare e godersi una vacanza. Che si viaggi in auto, in treno, in nave, o in aereo non fa differenza, la sola cosa importante è sapersi organizzare e portare con sé il materiale necessario per gestire gli aspetti quotidiani di pulizia e cura della stomia.

Se si viaggia in aereo, è opportuno portare nel bagaglio a mano un kit per la pulizia della stomia ed alcuni dispositivi di ricambio, e per evitare incomprensioni durante i controlli, un certificato medico - in lingua comprensibile al paese di destinazione - che attesti il tipo d’intervento a cui ci si è sottoposti e che giustifichi la necessità di portare con sé il kit.

Se si viaggia in auto, in estate, è consigliabile spostarsi nelle ore più fresche della giornata e adottare gli accorgimenti opportuni per evitare che la cintura di sicurezza comprima o provochi traumi alla stomia. Secondo il Decreto del Ministero della Sanità del 21/04/89 e l’art. 172 del Nuovo Codice della strada, chi è portatore di stomia può essere esonerato dall'obbligo dell’uso della cintura di sicurezza sia se è alla guida che come passeggero; l’esenzione, tuttavia, non è automatica e viene rilasciata dall’ASL dopo aver presentato una certificazione specialistica (compilata ad esempio da un chirurgo) che attesta l'esistenza di controindicazioni o rischi per la salute derivabili dall’uso della cintura di sicurezza.

 

In vacanza al mare

Come posso affrontare una giornata in spiaggia?

Una vacanza al mare può creare alcune preoccupazioni non solo dal punto di vista estetico, ma anche pratico.

Una preoccupazione comune riguarda ciò che può succedere alla stomia. Molti stomizzati, infatti, temono che l’esposizione al sole sia pericolosa, e addirittura che il contatto con l’acqua del mare o la sabbia possa favorire una infezione alla stomia. Non esistono precauzioni particolari per l’esposizione al sole se non quelle generali: proteggersi con creme solari, non restare esposti al sole per molto tempo e bere molta acqua durante la giornata, soprattutto nelle ore più calde, per mantenere una corretta idratazione corporea.

Anche i bagni in mare si possono fare, tuttavia è opportuno evitare onde troppo impetuose che potrebbero compromettere l’adesività della placca del dispositivo alterandone la funzione di contenzione e di protezione. 

 

Sport e attività ricreative

Posso fare sport con la stomia?

L’attività fisica insieme all’alimentazione sono fattori importanti nel determinare uno stile di vita sano e, la presenza della stomia, non impedisce di praticarla. Tuttavia, prima di riprendere a praticare sport, è opportuno lasciar trascorrere un adeguato periodo di convalescenza dopo l’intervento chirurgico e comunque consultare il proprio medico e/o lo stomaterapista.

A seconda dell’età, delle condizioni fisiche e della presenza di eventuali disabilità motorie anche chi ha una stomia può praticare molte attività sportive: tennis, pallacanestro, pallavolo, pallamano, marcia, ciclismo, nuoto, pattinaggio, sci, tiro con l’arco, golf, bocce, ecc…

Sono da evitare gli sport di contatto o che implicano un eccessivo sforzo fisico, come lotta, pugilato, arti marziali, rugby, sollevamento pesi e culturismo, in quanto possono causare traumi alla stomia e complicanze quali ernia e prolasso.

In alternativa allo sport, ci sono altre attività ricreative che hanno benefici sullo stato fisico e non incontrano limitazioni di fronte alla presenza della stomia:

·         fare ginnastica in casa, con sedute di 15-20 minuti al giorno per aiutare a tonificare i muscoli, mantenere una buona funzionalità articolare e favorire la circolazione sanguigna;

·         fare una camminata veloce e a passo lungo, molto utile per mantenersi in forma senza troppa fatica;

·         fare Pilates, una disciplina che mette insieme, perfettamente orchestrati tra loro, esercizi di respirazione, fluidità dei movimenti, ricerca dell’equilibrio e precisione, con lo scopo principale di rendere le persone consapevoli di sé stesse e del proprio corpo;

·         fare Yoga, una pratica molto diffusa anche nei paesi occidentali, che agisce su tutto l’organismo allentando le tensioni, rafforzando le difese naturali, migliorando movimento e circolazione con benefici anche sui disturbi legati a dolore e invecchiamento.



 

 



Prev Stomia: come mi vesto?
Next Stomia e sessualità