Stomia: le fasi dell’adattamento

 

La stomia può essere vissuta come uno stigma o una sfida. L’adattamento al nuovo organo avviene per fasi che, seppure soggettive, sono simili per la maggior parte delle persone stomizzate.

 

La colostomia viene spesso percepita come una condizione che influenza negativamente la qualità di vita con importanti ripercussioni sotto l’aspetto psicologico, fisico e relazionale. Cambiamenti permanenti dell’immagine di sé e della fisiologica funzione di eliminazione delle feci possono causare momenti di sconforto e compromettere la propria autostima.

Nella maggior parte dei casi, le persone stomizzate attraversano le seguenti fasi di adattamento alla nuova situazione corporea e funzionale che sono caratterizzate da sentimenti e emozioni particolari, quali:

  • 1° Fase: “Lo Shock”. In questa fase, che di solito si manifesta subito dopo l'intervento chirurgico di realizzazione della stomia, vengono elaborate le informazioni ricevute dai sanitari e si prende coscienza della modificata situazione e può durare alcuni giorni o perdurare per settimane. Il rientro a casa dopo l’intervento è un momento delicato da affrontare ed è sovente accompagnato da molte paure e dubbi su cosa e come fare a prendersi cura di questo nuovo organo;
  • 2° Fase: “La Negazione”. Può durare per settimane o mesi ed è considerata dai sanitari un meccanismo di difesa che può ostacolare il processo di adattamento. In questo periodo la persona manifesta atteggiamenti passivi e di rifiuto a prendersi cura del proprio stoma, anche se potenzialmente è in grado di farlo, e cerca di sminuire gli effetti causali della situazione nel tentativo di minimizzare l’impatto della stomia sulla propria vita. Ruolo dell’équipe di supporto, in particolare dell’infermiere stomaterapista, è tenere in doverosa considerazione l’aspetto psicologico del paziente assicurando, oltre ad una corretta gestione della stomia, un adeguato supporto morale incentrato sull’infondere speranza e conforto;
  • 3° Fase: “Il Riconoscimento”, una fase importante in cui la persona che ha una stomia inizia ad affrontare la realtà della situazione e a manifestare momenti di depressione, apatia, agitazione, amarezza e ansia correlati a paura e dubbi, anche sulla possibilità di ritornare alla vita di tutti i giorni. La ridotta stima di sé può essere proiettata sugli altri e possono insorgere timori di mancata accettazione. Tornare al lavoro può destare preoccupazione per quanto riguarda la gestione della stomia fuori casa, l'interazione con i colleghi e la sensazione di essere “guardati”. I problemi di coppia, collegati alla sfera della sessualità, sono comuni per la paura di non risultare più attraente agli occhi del partner, per il timore di recare danni alla stomia durante il rapporto sessuale o che la presenza della stessa possa ostacolarlo. Questi sentimenti possono essere motivo di ansia e preoccupazione che influiscono negativamente sul processo di adattamento alla modificata situazione e sulla ripresa della vita di coppia.
  • 4° Fase “La Risoluzione”, è la fase in cui il dolore acuto si attenua e scompare e la persona ad affrontare la nuova condizione in maniera costruttiva. Questa fase può durare tempi più lunghi delle precedenti, ma quando si raggiunge una certa “confidenza” e “capacità” nella gestione della stomia, grazie a piccoli accorgimenti, si può tornare a svolgere le normali attività quotidiane con serenità.

Le fasi del processo di adattamento descritte sono indicative e possono variare da una persona all’altra, ovvero, alcune possono anche non manifestarsi o verificarsi in tempi diversi da quelli indicati. Per affrontare al meglio il periodo successivo alla realizzazione della stomia è importante rivolgersi a professionisti sanitari competenti che possono offrire aiuto e supporto personalizzato.

Inoltre, molte persone con stomia possono trarre beneficio dal confronto con altre persone stomizzate che hanno vissuto e superato la fase di adattamento. Sapere di non essere gli unici ad affrontare i cambiamenti e le difficoltà legate alla presenza della stomia aumenta la propria forza interiore e la capacità di controllo della nuova situazione, con una ripresa più veloce ed una qualità di vita soddisfacente.  

Prev Stomia e sessualità
Next Come prepararsi all’intervento chirurgico